Consiglio TOP | Consegna sicura e veloce | Qualità professionale | Indipendente dal produttore | Consegna nell'UE| Consegna in Svizzera

Tumori e terapia di frequenza

shutterstock_659631763-1La terapia di frequenza in oncologia è un supporto prezioso in combinazione con la medicina convenzionale!

Il dottor Royal Rife e altri ricercatori come la dottoressa Hulda Clark lo hanno dimostrato.

Tuttavia, la complessità è troppo grande per iniziare le autoterapie senza una solida conoscenza. Noi lo sconsigliamo chiaramente!

Combinata con la medicina convenzionale, tuttavia, la terapia della frequenza offre un enorme valore aggiunto!

Leggete di più sui tumori e sulla terapia di frequenza e chiedete al vostro medico o terapeuta!

Se lei o il suo medico avete altre domande, non esitate a chiamarci.

Hotline  +43 2762 52481
(Austria)

La terapia di frequenza in oncologia è un supporto prezioso in combinazione con la medicina convenzionale! Il dottor Royal Rife e altri ricercatori come la dottoressa Hulda Clark lo hanno... imparare di più »
Chiudere la finestra
Tumori e terapia di frequenza

shutterstock_659631763-1La terapia di frequenza in oncologia è un supporto prezioso in combinazione con la medicina convenzionale!

Il dottor Royal Rife e altri ricercatori come la dottoressa Hulda Clark lo hanno dimostrato.

Tuttavia, la complessità è troppo grande per iniziare le autoterapie senza una solida conoscenza. Noi lo sconsigliamo chiaramente!

Combinata con la medicina convenzionale, tuttavia, la terapia della frequenza offre un enorme valore aggiunto!

Leggete di più sui tumori e sulla terapia di frequenza e chiedete al vostro medico o terapeuta!

Se lei o il suo medico avete altre domande, non esitate a chiamarci.

Hotline  +43 2762 52481
(Austria)

Mesotelioma

Il mesotelioma è un tipo di tumore raro e a crescita lenta dei tessuti molli. Il tumore si manifesta prevalentemente negli uomini in età avanzata e di solito si forma nella pleura. Più raramente, il tumore può essere diagnosticato anche nel peritoneo.

Tumore del trofoblasto

Il tumore del trofoblasto è un tumore che non si sviluppa nella donna dal proprio tessuto, ma dalle cellule di una gravidanza. Un tumore del trofoblasto può svilupparsi dopo un aborto o una gravidanza. Nella forma benigna, la malattia è solitamente limitata all'utero. Il tumore trofoblastico è raro, si verifica in circa 0,5 gravidanze su 1.000, ma l'incidenza varia a livello geografico. Se è presente un tumore trofoblastico, l'HCG, l'ormone della gravidanza, è sempre elevato. Gli esami di controllo devono essere effettuati fino a quando l'ormone non è più rilevabile.

Medulloblastoma

Il medulloblastoma è il tumore cerebrale maligno più comune nei bambini e negli adolescenti e rappresenta il 20% di tutti i casi. La diagnosi viene fatta di solito tra i cinque e gli otto anni. I ragazzi sono colpiti un po' più spesso delle ragazze e questo tumore si verifica solo molto raramente negli adulti. Negli adulti, il medulloblastoma rappresenta solo il 10% circa di tutti i tumori del cervello. Il medulloblastoma si sviluppa con particolare frequenza nella fossa posteriore del cranio. Nei bambini si trovano soprattutto al centro e negli adulti più ai lati del cervelletto. In molti pazienti, il tumore cresce nel liquido cerebrospinale. Per questo motivo, le cellule tumorali si diffondono facilmente attraverso il liquido cerebrospinale nel canale spinale e nel cervello. In circa un paziente su tre, il tumore è già metastatizzato quando viene fatta la diagnosi. La maggior parte di questi si trova nel sistema nervoso centrale.

Neurilemma

Il neurilemma, chiamato anche schwannoma, è un tumore benigno incapsulato del sistema nervoso periferico. È il tipo di tumore più comune dei nervi periferici e, insieme ai neurofibromi, rappresenta circa il 65% di tutti i tumori neurogenici. Un neurilemma ha una crescita piuttosto lenta e origina dalle cellule di Schwann del cosiddetto neurilemma neuroectodermico. In meno dell'1% dei casi, un neurilemma può degenerare e diventare maligno. Un numero superiore alla media di neurilemmi si sviluppa tra i 20 e i 50 anni, ma in linea di massima possono svilupparsi in qualsiasi fascia d'età.

Tumori odontogeni

I tumori odontogeni sono rare neoplasie della cartilagine articolare e dell'osso. Si formano principalmente da resti embrionali del tessuto coinvolto nella formazione del dente (odontogeno) e si formano esclusivamente nelle ossa mascellari o nella mucosa orale in movimento (mucosa alveolare). La maggior parte dei tumori odontogeni sono neoplasie benigne (bengine). Occasionalmente, tuttavia, possono svilupparsi tumori maligni come sarcomi o carcinomi di origine odontogena. Nel 90% dei casi, i tumori odontogeni si sviluppano tra i 6 e i 20 anni.

Tumore ipofisario

Un tumore ipofisario è un tumore della ghiandola pituitaria. Nella maggior parte dei casi colpiscono il lobo anteriore dell'ipofisi e hanno una forma benigna. Tuttavia, nella maggior parte dei casi devono essere rimossi perché lo spazio nel cervello è piuttosto limitato e possono verificarsi enormi danni funzionali nei tessuti circostanti. Ad oggi, la causa esatta dello sviluppo del tumore non è ancora del tutto chiara. Un'ampia percentuale di tumori ipofisari si verifica in relazione a una malattia ereditaria, la sindrome MEN-1. Sono colpiti prevalentemente gli adulti e piuttosto raramente i bambini.

Malattia di Von Recklinghausen

La malattia di Von Recklinghausen, chiamata anche neurofibromatosi di tipo 1, è una grave malattia ereditaria che colpisce diversi sistemi di organi, ma soprattutto il sistema nervoso e la pelle. I medici classificano la malattia come una delle cosiddette fachomatosi. Si tratta di quadri clinici in cui si formano tumori per lo più benigni della pelle e del sistema nervoso. Tuttavia, la malattia di Von Recklinghausen è anche causa di alterazioni dei vasi della pelle, del cervello, degli occhi e delle ossa.
Questo tipo di tumore è il più comune nei giovani uomini, con un'incidenza crescente nei paesi occidentali industrializzati. Dal punto di vista istologico, il tumore delle cellule germinali si distingue tra seminomi e tumori non seminomi. I tumori si verificano nel testicolo in circa il 95% degli uomini colpiti; solo il 5% circa è localizzato principalmente a livello extragonadico. Per questo motivo, la diagnosi differenziale di tumore del testicolo, o più precisamente di tumore germinale extragonadale, deve essere inclusa in ogni uomo con un tumore primario non chiaro.

Mielofibrosi

La mielofibrosi è una malattia maligna del midollo osseo. A causa del materiale genetico difettoso delle cellule staminali del midollo osseo, si moltiplicano diverse cellule del sangue. A causa di una crescita incontrollata del tessuto connettivo, il midollo osseo diventa fibroso nel corso della malattia, con conseguente spostamento della formazione del sangue verso il fegato o la milza.

Nefroblastoma

Il nefroblastoma, chiamato anche tumore di Wilms, è un tumore solido maligno dei reni. Prende il nome dal chirurgo di Heidelberg Max Wilms, che descrisse questa malattia nei dettagli intorno al 1900. Il tumore si sviluppa attraverso una degenerazione del tessuto, è composto da diversi tipi di tessuto e assomiglia al tessuto renale embrionale. Nella maggior parte dei casi, nel tumore si trovano cellule precursori del rene immature. Tuttavia, nel tumore possono essere presenti anche tipi di tessuto come il tessuto muscolare, il tessuto cartilagineo, il tessuto epiteliale e il tessuto connettivo. Un nefroblastoma maligno è anche chiamato tumore misto.

Sindrome di Lhermitte-Duclos

La sindrome di Lhermitte-Duclos è chiamata anche gangliocitoma displastico ed è una rara neoplasia del cervelletto associata a uno sviluppo anomalo e all'ingrossamento del cervelletto e a un aumento della pressione intracranica. La malattia può verificarsi a causa di una mutazione del gene PTEN e fa quindi parte della cosiddetta sindrome dell'amartoma PTEN. Tuttavia, può anche presentarsi come un sottotipo della sindrome di Cowden. La sindrome di Lhermitte-Duclos si sviluppa solitamente nei giovani adulti nella terza e quarta decade di vita ed è meno comune nei bambini. La sindrome di Lhermitte-Duclos è stata descritta per la prima volta da Jacques Jean Lhermitte e P. Duclos nel 1920 e porta il loro nome.

Craniofaringeoma

Il craniofaringeoma è un tumore che di solito si sviluppa nell'area del peduncolo della ghiandola pituitaria. Sebbene il tumore sia benigno e cresca lentamente, può fondersi con le strutture circostanti come l'ipofisi (ghiandola alla base del cervello), il peduncolo ipofisario (corpo ghiandolare dell'ipofisi e dell'ipotalamo), i nervi ottici e/o i vasi. Tra il 2,5 e il 4% di tutti i tumori cerebrali sono craniofaringiomi, circa la metà dei quali si manifesta nell'infanzia. I craniofaringei si sviluppano con una frequenza superiore alla media tra i 5 e i 10 anni. Gli adulti spesso sviluppano il craniofaringeoma a partire dai 40 anni, e uomini e donne possono essere colpiti più o meno allo stesso modo.
1 da 17