Consiglio TOP | Consegna sicura e veloce | Qualità professionale | Indipendente dal produttore | Consegna nell'UE| Consegna in Svizzera

Carcinomi e terapia della frequenza

Il termine "carcinoma" deriva dalla parola latina "carcinoma" e significa "cancro". Di conseguenza, un carcinoma è una malattia maligna che si sviluppa dalle cellule della mucosa (cellule epiteliali) e non deve essere localizzato solo nel sito di origine, ma può anche diffondersi in altre parti del corpo attraverso le metastasi.

Il termine "carcinoma" deriva dalla parola latina "carcinoma" e significa "cancro". Di conseguenza, un carcinoma è una malattia maligna che si sviluppa dalle cellule della mucosa (cellule... imparare di più »
Chiudere la finestra
Carcinomi e terapia della frequenza

Il termine "carcinoma" deriva dalla parola latina "carcinoma" e significa "cancro". Di conseguenza, un carcinoma è una malattia maligna che si sviluppa dalle cellule della mucosa (cellule epiteliali) e non deve essere localizzato solo nel sito di origine, ma può anche diffondersi in altre parti del corpo attraverso le metastasi.

Tumore cerebrale maligno

Un tumore cerebrale maligno si manifesta come un'escrescenza nel cervello; il tumore può aver avuto origine nel cervello o essersi diffuso da un'altra parte del corpo al cervello attraverso una mestastasi. Il tumore cerebrale maligno, chiamato anche glioblastoma, è la forma più aggressiva di tumore al cervello ed è più comune nelle persone anziane. Gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare un tumore cerebrale maligno rispetto alle donne. L'età media di insorgenza è compresa tra i 55 e i 65 anni.

Carcinoma delle cellule dell'isoletta

Il carcinoma a cellule isolate è un tumore maligno che ha origine nel pancreas. Il carcinoma delle cellule dell'isolotto è una rara forma di cancro al pancreas, facilmente curabile se diagnosticata precocemente, che ha inizio nelle cellule del pancreas. Il carcinoma delle cellule dell'isolotto può causare una produzione eccessiva di insulina o di altri ormoni da parte del pancreas.

Micosi fungoide

La micosi fungoide è una malattia che origina dai linfociti T. Appartiene al gruppo dei linfomi non Hodgkin a bassa malignità. I linfociti T sono le cellule del sistema immunitario che normalmente attaccano gli agenti patogeni. Tuttavia, nella micosi fungoide, degenerano e attaccano la pelle. Per questo motivo questa malattia è chiamata anche micosi fungina. Le cause di questa malattia sono ancora sconosciute.

Malattia di Paget

La malattia di Paget è una malattia delle ossa. In alcuni punti si sviluppano ossa deformate e ispessite. La causa esatta della malattia è ancora del tutto sconosciuta, ma è possibile che un'infezione virale e fattori genetici giochino un ruolo. La malattia di Paget prende il nome dal suo scopritore, il chirurgo britannico Sir James Paget, che la scoprì per la prima volta nel 1877. La malattia di Paget causa uno squilibrio nella disgregazione e nella formazione delle ossa del corpo, con conseguente instabilità e deformazione dello scheletro. È causata da cambiamenti patologici nelle cellule responsabili della disgregazione ossea. Il morbo di Paget compare di solito solo dopo i 40 anni e la maggior parte dei pazienti non presenta sintomi, motivo per cui spesso la malattia può rimanere inosservata per tutta la vita.

Lentigo maligna

Questa malattia è uno dei diversi sottotipi di melanoma, il cancro della pelle nera. La lentigo maligna è un tipo di cancro che deriva dalle cellule della pelle che formano il pigmento, i melanociti. La particolarità della lentigo maligna è che non è tanto causata da un'esposizione occasionale e intensa al sole, quanto piuttosto da tutta la luce ricevuta dal sole nel corso della vita. Per questo motivo la lentigo maligna si manifesta soprattutto nelle persone anziane. Questo cancro si sviluppa più spesso sul viso.

Carcinoma ipofaringeo

Il carcinoma ipofaringeo è un tumore maligno dell'area della gola, l'ipofaringe. Si tratta di una forma di carcinoma laringeo. Di solito si tratta di un carcinoma a cellule squamose moderatamente differenziato. In oltre il 95% dei casi, il tumore ha origine dallo strato cellulare superficiale, l'epitelio squamoso. Si distingue tra il carcinoma ipofaringeo e un tumore delle corde vocali, il carcinoma laringeo. Tuttavia, spesso non è possibile fare una distinzione esatta. Poiché i carcinomi del seno piriforme hanno per lo più una diffusione sottomucosa, essi rappresentano prevalentemente solo la "punta dell'iceberg". Il carcinoma ipofaringeo si manifesta più frequentemente nelle persone di età compresa tra i 50 e i 60 anni e gli uomini sono colpiti molto più spesso delle donne.

Sindrome del nevo basale

La sindrome del nevo basale (BCNS), nota anche come sindrome di Gorlin o sindrome del carcinoma nevoidale basale (NBCCS), è un disturbo ereditario autosomico dominante. I pazienti affetti da BCNS tendono a sviluppare diversi carcinomi. Questi includono spesso carcinomi basocellulari multipli (BCC), cisti mascellari e anomalie dello scheletro e delle costole, ispessimento dello strato corneo (ipercheratosi), soprattutto dei palmi delle mani e delle piante dei piedi, calcificazioni intracraniche ectopiche e dismorfie facciali. La sindrome del nevo basale si sviluppa con una frequenza superiore alla media tra i 30 e i 50 anni.

Carcinoma timico

Il carcinoma timico è un tumore della cavità toracica che si manifesta solo raramente, con 0,2 casi ogni 100.000 abitanti all'anno. Il carcinoma timico può insorgere a qualsiasi età, con una media di pazienti tra i 30 e i 60 anni. Donne e uomini sono ugualmente colpiti. Poiché si tratta di una malattia rara, il trattamento deve sempre essere effettuato in un centro appropriato, in quanto gli specialisti e i più recenti metodi di terapia sono disponibili in un'ampia rete in una speciale clinica toracica.

Macroglobulinemia di Waldenström

La macroglobulinemia di Waldenström o malattia di Waldenström è un linfoma non-Hodgkin indolente caratterizzato dalla proliferazione monoclonale di una singola cellula B mutante. Questi cloni cellulari producono grandi quantità di immunoglobuline M e infiltrano il midollo osseo. La malattia prende il nome dal dottor Jan Gösta Waldenström, internista svedese che l'ha descritta per la prima volta.

Linfoma a cellule T

Il linfoma a cellule T è una malattia del sistema linfatico, abbreviata in T-NHL. Il linfoma a cellule T appartiene al gruppo dei linfomi non-Hodgkin. Nella malattia si verifica un accumulo di linfociti T mutati in senso maligno, le cosiddette cellule T, nei linfonodi, ma anche nel fegato, nella milza e nel midollo osseo. In alcuni casi, i linfociti T possono formarsi anche in altri organi. I linfociti T appartengono ai globuli bianchi e combattono gli agenti patogeni e le sostanze estranee. Il linfoma a cellule T è una malattia piuttosto rara che di solito si manifesta in età avanzata e inizia con un'alterazione maligna di un singolo linfocita T, che poi si moltiplica nel tempo.
Il carcinoma orofaringeo a cellule squamose si riferisce a un tumore delle tonsille, della base e della parte posteriore della lingua, del palato e della parete faringea laterale e posteriore. Oltre il 95% dei carcinomi a cellule squamose sono carcinomi orofaringei. I fattori di rischio più importanti sono il fumo di tabacco e il consumo di alcol. Tuttavia, il papilloma virus umano, in breve HPV, è oggi anche la causa principale di questo carcinoma.

Retinoblastoma

Il retinoblastoma è un tumore raro dell'occhio che si sviluppa soprattutto nei neonati e nei bambini piccoli. Un retinoblastoma si sviluppa dalle cellule della retina e può svilupparsi in un occhio (retinoblastoma unilaterale) o in entrambi gli occhi (retinoblastoma bilaterale). I medici distinguono tre forme di retinoblastoma: una predisposizione genetica (forma ereditaria), una formazione spontanea del tumore (forma non ereditaria) e il cosiddetto retinoblastoma trilaterale, che è un caso particolare. Si tratta di una forma ereditaria di retinoblastoma che si manifesta in combinazione con un tumore al cervello.
1 da 6