Secondo le attuali scoperte della ricerca, il corpo ha un campo biofisico misurabile, che interagisce (tra le altre cose) con varie influenze ambientali che possono avere un effetto sia negativo che positivo .

Il campo vitale riassume tutte le energie (elettromagnetiche) che il corpo possiede naturalmente.

Formulato in modo più preciso: Tutti i campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici che circondano e permeano un organismo sono riassunti come campo vitale. È in costante interazione con tutti i processi fisiologici del corpo e del suo ambiente. Tutto nel corpo è interconnesso attraverso il campo vitale .


Filtro
e-Relief mini
per un utilizzo pratico direttamente sul corpo Raggio di circa 1 m intorno al dispositivo Spettro di frequenza fino a 1 gigahertz 24 programmi di applicazione funzionamento a batteria funzionamento semplice e-Relief mini riproduce alcuni dei componenti più importanti delle radiazioni ambientali naturali al fine di bilanciare il campo vitale dell'organismo in generale e quindi facilitare la gestione delle radiazioni tecniche. 1. Radiazioni naturali e radiazioni tecniche Questo argomento non è solo molto importante, ma anche ampiamente discusso (spesso condito da informazioni fuorvianti o false) . Purtroppo in questa sede non possiamo approfondire adeguatamente l'argomento e ci limiteremo ai fatti fondamentali. Se vuoi saperne di più , ti consigliamo di leggere il libro:Tatort Zelle. In natura, viene generato un ampio spettro di radiazioni elettromagnetiche che sono benefiche o addirittura indispensabili per la vita sulla terra. Ci sono molti indizi che indicano che le radiazioni ambientali naturali in cui gli organismi biologici della Terra si sono sviluppati nel corso di milioni di anni sono di notevole importanza per il bilancio energetico di tutti gli esseri viventi. Le cosiddette radiazioni tecniche (elettrosmog) invece sono una "nuova invenzione" per i nostri corpi. Da un lato, non ha ancora avuto il tempo di adattarsi evolutivamente e, dall'altro, la sua larghezza di banda è molto limitata (cioè, comparativamente, solo alcune frequenze nello stesso momento) e non solo lo colpisce per molto tempo, ma anche in modo relativamente rigido e intenso. 2. La chiave sta nello spettro Le radiazioni ambientali naturali vanno da meno di 1 hertz a 320 gigahertz, includendo la radiazione infrarossa superiore, la luce visibile e UV, i raggi X e le radiazioni gamma. Il nostro corpo ha avuto a disposizione eoni di tempo per adattarsi a questa enorme larghezza di banda con i suoi ritmi . Tuttavia, l'organismo non solo si è adattato, ma ha anche sviluppato importanti processi naturali di elevata dinamica, larghezza di banda e varietà ritmica. Per questo motivo, li percepisce come positivi e benefici, anche ad alte intensità, e li utilizza per la sopravvivenza e la rigenerazione. La radiazione tecnica sviluppata per il nostro stile di vita moderno, sempre più presente negli ultimi decenni, persegue obiettivi completamente diversi. Per questo motivo, si limita a una gamma di frequenze notevolmente più ridotta ed è molto più intensa, tanto da poter influenzare e disturbare i nostri processi fisici fino al DNA. 3. Riassunto Probabilmente non è realistico impedire tutte le radiazioni tecniche. La tendenza è ovviamente nella direzione opposta. Tuttavia, si può concludere che le radiazioni ambientali create per il corpo, più simili alle condizioni naturali, possono alleviarlo e sostenerlo nella sua rigenerazione. Più questi fattori possono essere riprodotti contemporaneamente più è facile e attraente per il campo vitale delle cellule rigenerarsi e ripristinare il proprio ordine. può stabilizzarsi e rafforzarsi contro nuove influenze dirompenti. In seguito allo sviluppo di un dispositivo per l'area a questo scopo nel 2017, il dispositivo e-Relief, è sorto il desiderio tra gli utenti di un altro piccolo dispositivo che potesse essere indossato sempre sul corpo. Ecco perché nel 2019 abbiamo lanciato l'e-Relief mini. 4. Un piccolo dispositivo di tutti i tipi e-Relief mini riproduce alcuni dei componenti più importanti della radiazione ambientale naturale (entro un raggio di 1 m in tutte le direzioni). Può generare diversi segnali a banda larga fino a circa 1 gigahertz. Genera quindi onde di Schumann dei primi 11 modi (che coprono bene queste frequenze speciali generate naturalmente nell'atmosfera terrestre) e altri modelli di frequenza come spettri di frequenza frattali , spettri a banda larga e spettri di sostanza in alcuni intervalli di frequenza. 5. Facile da usare e autoesplicativo I 24 programmi sono autoesplicativi e possono essere selezionati tramite il menu.È sufficiente agganciarlo o collegarlo.
1.400,00 €*